Menu

Pass away and leave your ID behind

facebook-coffin

Seppukoo: diventerà davvero la killer application di facebook?

La notizia rimbalza in rete tra i blog e gli artisti che hanno realizzato questa campagna virale a uso e consumo di coloro che sono sopraffatti dall’ansia da social network, dicono che non si tratta solo di uno scherzo tra amici. Il fenomeno ha assunto proporzioni preoccupanti fino al punto di spingere facebook a censurare come oscene tutte le informazioni sul Seppukoo.

L’applicazione lanciata durante l’ultima edizione di Share Festival (e che vede la sottoscritta come “top scorer”  perché a fare Seppukoo si ricevono dei punti tanti quanti sono gli amici che si riesce a reclutare e così si sale in cima alla classifica di migliaia di altri seppukers – oltre 20.000) sta facendo il proprio dovere disturbando parecchio.

Dice Guy McMusker il direttore artistico di Les Liens Invisibles attraverso il suo portavoce ufficiale Clemente Pestelli: “in effetti Facebook ha messo in atto una inquietante strategia di censura preventiva bloccando prima ogni tentativo di suicidio virtuale fatto da seppukoo poi prevenendo che gli utenti pubblicassero link su seppukoo. Non che fosse prevedibile. Né ci scandalizziamo. Sapevamo bene con chi avevamo a che fare. Solo che adesso il re è nudo visto che la sua strategia è sotto gli occhi di tutti.”

Se volete saperne di più:

http://inventorspot.com/articles/death_facebook_seppukoocom_35464

http://www.google.com/hostednews/afp/article/ALeqM5gvEtJR0HtWOe0dsfkHcgvVn4JtuA

http://latimesblogs.latimes.com/technology/2009/12/facebook-strikes-back-against-seppukoo.html

http://www.myfoxatlanta.com/dpp/news/dpgo-Seppukoo-Assists-Virual-Facebook-Suicide-fc-200912111260556234900

http://digital.asiaone.com/Digital/News/Story/A1Story20091210-185026.html