Menu

Workshop: “inVeritas, the secret workshop: Pianificazione e realizzazione di una Performance italiana di Media Hacking” – Paolo Cirio

4 novembre – h 14.30 – Laboratorio Quazza – via Sant’Ottavio 20, Torino

InVeritas e’ un progetto per democratizzare il potere dei media italiani.

Ognuno deve avere il diritto d’informare, scardinando il monopolio dei media mainstream in Italia, noti per loro faziosità, servilismo, censure e manipolazione dell’informazione.

Il progetto InVeritas offre la possibilità a tutti di intervenire e diffondere notizie direttamente nelle edicole delle città italiane. Con la piattaforma inVeritas.net si possono generare strilloni delle maggiori testate giornalistiche italiane.

Il workshop e’ gratuito e non richiede capacita’ tecniche particolari. Ha un livello di accessibilità molto ampio: aperto a tutte le eta’ e a tutte le discipline artistiche.

————————————————————————————————————————————————————————

MAGGIORI INFORMAZIONI

Brevemente:

Ogni cittadino è invitato a creare liberamente la notizia che vuole diffondere. Con InVeritas.net si possono generare strilloni di ventuno quotidiani italiani in formato A3 pronti da stampare in pochi secondi. In seguito, il cittadino, singolarmente o in gruppo, può divulgare la notizia, disseminando gli strilloni nelle vicinanze delle edicole.

Fai Notizia! Crea il tuo strillone e diffondilo nelle edicole italiane!

Cosa e Perché:

InVeritas è un progetto per democratizzare il potere dei media italiani. Ognuno deve aver accesso al diritto d’informare, scardinando il monopolio dei media italiani, noti per le loro caratteristiche di faziosità, servilismo, censure e manipolazione dell’informazione. Il progetto InVeritas offre la possibilità a tutti di intervenire e diffondere notizie direttamente nelle edicole delle città italiane. Con la piattaforma InVeritas.net si possono generare strilloni delle maggiori testate giornalistiche italiane, allo scopo di intelligentemente ed efficacemente sconvolgere, irritare, indignare, o semplicemente informare con umorismo, gli increduli lettori degli strilloni realizzati con inVeritas. Ogni cittadino può creare liberamente la notizia che vuole diffondere. Tramite inVeritas si generano strilloni di quotidiani in formato A3 pronti da stampare in pochi secondi. In seguito, il cittadino, singolarmente o in gruppo, può divulgare la notizia, disseminando gli strilloni nelle vicinanze delle edicole.

Come e Dove:

Tramite inVeritas.net, tutti sono invitati a creare notizie e stampare strilloni con i loghi dei maggiori quotidiani italiani, e diffonderli intorno alle edicole.

Come si usa inVeritas:

1) Pensa alla notizia che vuoi diffondere con il quotidiano che la esprime meglio, hai otto righe a disposizione, centodiciotto caratteri e ventuno testate di quotidiani italiani. Divertiti con la fantasia, allo scopo di intelligentemente ed efficacemente sconvolgere, irritare, indignare, o semplicemente informare con umorismo, gli increduli lettori degli strilloni realizzati con inVeritas.

2) Compilata la tua notizia nel form, clicca sul bottone finale, e automaticamente sarà creato un PDF in formato A3 con la tua notizia formattata come un vero classico strillone. Scarica il PDF sul tuo computer e copialo sulla tua chiavetta USB.

3) Successivamente, recati in una copisteria, stampa il PDF del tuo strillone in formato A3 bianco e nero, e con del nastro adesivo, o mollette, potrai fissare gli strilloni nei pressi delle edicole, la sera o durante il weekend quando sono facilmente accessibili.

4) Quando hai fissato lo strillone all’edicola, scatta una foto e caricala su inVeritas.net per condividere il tuo contributo alla riappropriazione dell’informazione. Puoi caricare le foto dell’edicola cliccando sui link “Foto edicola”, relativamente agli strilloni che hai diffuso con il tuo intervento.

Dove diffondere gli strilloni:

Semplicemente nei pressi di edicole, sui muri vicino, sugli strilloni del giorno precedente o direttamente sulle saracinesche, basta del nastro adesivo trasparente o delle mollette, prendi spunto da quelli già presenti, per rendere gli strilloni d’inVeritas di facile lettura.Al fine di assicurare il maggior successo possibile all’iniziativa si consiglia di diffondere gli strilloni nei dintorni di chiese, stadi, parchi, cimiteri e delle aree più frequentate durante la “domenica italiana”, in particolare approfittando della chiusura delle edicole e avendo perciò accesso alla sostituzione degli strilloni.

Attenzione: la maggior parte delle copisterie italiane sono chiuse il sabato. Si consiglia di effettuare la stampa e la copia con discrezione durante i giorni precedenti.

6 Novembre 2011:

Il 6 Novembre 2011, Giornata Nazionale della Riappropriazione dell’Informazione.

– Questa è una iniziativa sovversiva, si prega di operare in segreto, ma anche di diffondere l’idea per una vasta partecipazione su tutto il territorio nazionale –

Stanchi dei quotidiani italiani? Stampala tu la verità!

Partecipa alla riappropriazione dell’informazione!

Per il lancio del progetto inVeritas, il 5 e 6 Novembre, viene promossa la giornata nazionale di riappropriazione dell’informazione mediatica. Tramite inVerias tutti sono invitati a creare notizie e stampare strilloni manipolati dei maggiori quotidiani italiani, e diffonderli intorno alle edicole durante la ore notturne di Sabato 5 Novembre e nel pomeriggio di Domenica 6 Novembre. Facciamo sorgere una giornata di libertà informativa, nel paese oscurato dallo strapotere dei media.

Al fine di assicurare il maggior successo possibile all’iniziativa si consiglia di diffondere gli strilloni presso chiese, stadi, parchi, cimiteri e delle aree più frequentate durante la “domenica italiana”, in particolare approfittando della chiusura delle edicole e avendo perciò accesso alla sostituzione degli strilloni.

Attenzione: la maggior parte delle copisterie italiane sono chiuse il sabato. Si consiglia di fare la stampa e la copia con discrezione durante i giorni precedenti.

Il workshop:

Il workshop segreto: Pianificazione e realizzazione di una Performance italiana di Media Hacking.

Il workshop è realizzato durante Share Festival di Torino il 4 Novembre 2011.

Cosa farà Paolo Cirio?

Paolo ha preparato un progetto per una Performance di Media Hacking tutta italiana. Durante il workshop sarà introdotta la piattaforma “inVeritas” per la creazione di strilloni dei maggiori quotidiani italiani.

Insieme con i partecipanti si prepareranno le notizie perfette, per intelligentemente ed efficacemente sconvolgere, irritare, indignare, o semplicemente informare con umorismo i cittadini.

In seguito, sarà sviluppata collettivamente la pianificazione strategica per la diffusione degli strilloni nelle edicole di Torino, per poter individuare e colpire il target individuato nel miglior modo possibile.

Il workshop sarà anche occasione per verificare alcune criticità della promozione di un progetto artistico a livello nazionale e internazionale, cercando di provocare l’attenzione dei media e al contempo la partecipazione dei cittadini.

Inoltre durante il workshop saranno discusse insieme alcune tecniche comunicative e specificatamente linguistiche dei media contemporanei. Strategie e tattiche di comunicazione culturale, del marketing e della politica saranno analizzate e sovvertite per riappropriarsi del potere d’influenza sociale di massa preso in ostaggio dai media contemporanei.

Paolo introdurrà alcune teorie della comunicazione attraverso alcuni teorici radicali dei media. Le teorie e le analisi brevemente presentate aiuteranno nel comprendere e difendersi dalle manipolazioni mediatiche dell’era dell’informazione.

Chi è Paolo Cirio?

Paolo realizza Performance di Media Hacking da più di un decennio. Il primo riconoscimento internazionale gli è arrivato nel 2002, quando i Dipartimenti della Difesa degli Stati Uniti e del Canada hanno investigato sulle iniziative pacifiste da lui organizzate contro i server della NATO.

Negli anni successivi ha ricevuto prestigiosi premi da festival di Media Art per aver sottratto e sovvertito artisticamente preziosi dati di Amazon.com e Google AdSense, con cui ha realizzato performance e installazioni esposte in mostre internazionali.

Il suo ultimo lavoro, in cui sono stati rubati un milione di profili di Facebook per realizzare un sito d’incontri, ha ricevuto quest’anno un Award of Distinction al Prix Ars Electronica, e in una sola settimana ha conquistato l’attenzione di più di un migliaio di media internazionali, fra quotidiani, blog, e TV.

Nel mentre, Paolo ha organizzato happening illegali di Street-Art in cui isolati della città venivano decorati con la partecipazione di decine di artisti.

Inoltre dal 2008 egli ricerca un nuovo genere di fiction, in cui cinema, letteratura e teatro convergono attraverso i Social Media, con interventi urbani e partecipazione del pubblico. Due opere di “realtà alternativa”, realizzate con attori e sceneggiatori professionisti, hanno coinvolto centinaia di spettatori partecipativi.

Recentemente Paolo è occupato nella diffusione di rivoluzionarie Carte di Credito Visa contraffatte per promuovere un modello economico alternativo che sia la base di un reddito garantito distribuito democraticamente.

Paolo scolpisce flussi informativi, attraverso la ri-contestualizzazione, manipolazione e diffusione d’informazione con media di vario genere. La sua ricerca artistica è incentrata sull’influenza sociale, politica ed economica dell’informazione, attraverso i media e le tecniche necessari per diffonderla. Analizzando metodologie comunicative, sociologiche e tecnologiche, Paolo crea opere di strutturazione dell’informazione in cui i dati prendono forme capaci d’influenzare attivamente un largo pubblico, mantenendo qualità estetiche innovative.