Menu

ANNUNCIO VINCITORE SHARE PRIZE 2012

L’inaugurazione della ottava edizione del Piemonte Share Festival è stata accompagnata dall’annuncio del vincitore dello Share Prize 2012 e dall’assegnazione della menzione d’onore, oltre all’annuncio della menzione speciale della mostra video Dancing Hands.
Il premio ha come obiettivo scoprire, promuovere e sostenere le arti digitali cui quest’anno hanno partecipato circa 270 artisti con altrettanti progetti provenienti da 22 paesi.
Una giuria internazionale composta da Mirjam Struppek, Bruce Sterling, Carlo Ratti Simona Lodi ha valutato i lavori degli artisti che hanno partecipato.
I sei finalisti sono Johonatan Baldwin, Julian Koschowitz , Mariano Leotta, Mark Sheppard, Stanza , VR/Urban. 

La giuria nella persona di Mirjam Struppek ha motivato le scelte con queste parole:

“La Short List della Giuria riflette sulle pratiche artistiche contemporanee, rivelando un’immagine della nostra città che sembra essere sempre di più un sistema regolato dai dati, scambi di informazioni o messaggi prodotti da noi o dal nostro ambiente. Considerando criteri di valutazione come la completezza formale, la capacità di comunicare il proprio messaggio, il collegamento tra la realtà fisica e digitale, la partecipazione dei cittadini come creatori e il tema di Open Your City, la Giuria ha deciso di assegnare il premio all’artista inglese Stanza. Il suo lavoro Capacities: Real Time Complex – Connected Cities ha meglio rappresentato esteticamente e tecnicamente la vita in real-time di una città, monitorando dei quartieri di Londra per mostrare la complessità di un luogo urbano in tempo reale come un sistema in perpetua mutazione.”

The Sentient City Survival Kit di Mark Shepard ha ricevuto la Menzione d’Onore perche giustamente mette in discussione concetti alla moda come “smart city”, basati sull’Internet delle cose e sull’ubiquitous computing. Mark Sheppard ci offre un kit artistico di sopravvivenza per un ambiente codificato ovunque che ci prepara per una città distopica senziente.

Screen Program Dancing Hands
Riguardo alla mostra video Dancing Hands la Menzione Speciale va ad Antoine Schmitt con City Lights Orchestra come il migliore progetto partecipativo dal basso di Share Festival 2012. Quindi invitiamo tutti i Cittadini di Torino a partecipare ad una Orchestra fatta di luci nella città collaborativa e crowdsourcing di Open Your City il 10 novembre dalle ore 21:00. L’artista Antoine Schmitt ha bisogno dell’aiuto delle vostre mani per trasformare la vostra finestra in un pixel lampeggiante di un enorme schermo di collaborazione urbana. Configura il computer per ottenere una luce pulsante prolungando il tempo in cui il display va in pausa, disattiva lo screen saver e metti lo schermo browser a tutto schermo, quindi, collegati a www.citylightsorchestra.net, metti il pc vicino alla finestra, spegni le luci ed esci a goderti lo spettacolo! O anche, per la strada, accedi alla stessa pagina web col tuo smartphone e fai pulsare lo schermo del telefonino a ritmo con la sinfonia.