Menu

Affinità Digitali 2007

Guarda le conferenze di Share Festival 2007.

Nel 2007, che ha anche visto il lancio del Share Prize, un premio internazionale dedicato all’arte e alla cultura digitale, il tema presentato dallo Share Festival 2007 è stato Digital Affinity/Communities Now. Grande considerazione viene data ai processi e ai protocolli che regolano le comunità attraverso scambi creativi, riflessivi, tecnologici e innovativi: le comunità quindi non rappresentano solo nuove forme di aggregazione, bensì un modo di essere e di vivere, un progetto collettivo e umanitario, una cultura che unisce oggi un miliardo e 80 milioni di persone, i cui legami non hanno base puramente geografica o familiare, ma sono ispirati da unaffinit culturale, ideologica e politica.

MERCOLEDI’ 24.01.2007
Accademia Albertina, Via Accademia 6 – Torino


ore 10:00-17:00 La Governance di Internet : cosa fare dopo il forum ONU di Atene?
Il simposio torinese tratterà in particolare le 4 questioni principali individuate dalle nazioni Unite come fondamentali per la costituzione della “Carta dei Diritti”: Openness: flusso libero di informazioni, libertà di espressione, potenziamento e accesso alla conoscenza; Sicurezza: protezione da spam, phishing , virus e protezione della privacy; Multiculturalità: promozione del multilinguismo e della cultura locale; Accessibilità: costi di interconnessione, inter-operabilità tra sistemi e standard aperti.ANNA MASERA – FIORELLO CORTIANA – STEFANO RODOTA’ – FRANCO CARLINI – ANGELO RAFFAELE MEO – LAURA SARTORI – BEATRICE MAGNOLFI – JUAN CARLOS DE MARTIN – FILIPPO PENATI – VITTORIO BERTOLA – ARTURO DI CORINTO – ANDREA BAIRATI

ore 18:00 Le community di new media art
Gli artisti contemporanei scelgono di creare una community su “Second Life” come quella di “The Port”. La logica della commercializzazione, va al di là dell’affermare la proprietà immateriale a ogni livello. Oltre alla questione dei diritti d’autore e dei brevetti, c’è anche un’altra questione fondamentale: chi è il pari nella produzione fra pari?SIMONA LODI – REGINE DEBATTY – SIMON GOLDIN


ore 19:00 La mappa (non) è il territorio

Semapedia.org è un progetto community no-profit. L’obiettivo è di collegare il mondo virtuale con quello fisico, linkando uno specifico spazio fisico con le informazioni disponibili su Wikipedia. Semapedia permette a chiunque, con spirito collaborativo, di linkare fisicamente il mondo che ci circonda. Per realizzare ciò, si invita il pubblico a creare, distribuire ed applicare i Tag-Semapedia che sono veri e propri link fisici basati su codici a barre, leggibili da telefoni cellulari muniti di fotocamera: ciò permette di accedere a contenuti ed approfondimenti disponibili sull’ enciclopedia libera Wikipedia.
HECTOR RINALDI – CARLO INFANTE

GIOVEDI’ 24.01.2007
Accademia Albertina, Via Accademia 6 – Torino

ore 10:00 Giovani e nuovi media
Gli episodi di violenza verificatisi recentemente in alcune scuole italiane ripropongono con urgenza il problema del rapporto tra giovani e nuove tecnologie. Le comunità digitali sono essenzialmente le comunità di quei giovani che si incontrano negli ambienti del web 2.0, che popolano la rete di contenuti user generated, che alimentano pratiche di file sharing e social networking.

ALFREDO MILANACCIO – DAVIDE BORRELLI – GIANFRANCO PECCHINENDA – SIMONA TIROCCHI – VINCENZO LOMBARDO


ore 14:00 Giornalismo partecipato
Il citizen journalism, definito anche giornalismo partecipatorio o grassroots journalism, è una forma di giornalismo un cui i cittadini giocano un ruolo attivo nel processo di raccolta, analisi e diffusione di notizie e informazioni. I Consumer Generated Media (CGM) sono i contenuti creati dagli stessi lettori che vengono pubblicati (in gergo “postati”) in ambienti digitali “condivisi” come internet forum, blog, wiki, liste di discussione, etc.

LELE DAINESI – BRUCE STERLING – LUCA BARBENI – JASMINA TESANOVIC


ore 15:00
Gender in Media
Nuovi media che segnano il passaggio della tecnologia da “strumento” ad “ambiente” basato su intrecci di esperienze nel vedere e sentire l’altro, fino ad analizzare i movimenti artistici e culturali che vanno dal Cyberfemminismo al net-porn o Punk Porn.
CRISTINA GIUDICE – TATIANA BAZZICHELLI – ILARI VALBONESI

ore 16:00 Creatività, innovazione e luogo
Le conferenze sulle “industrie creative” sono diventate una caratteristica fissa in molti paesi negli ultimi anni. Cosa manca? Dimenticatevi l‘analisi e la critica. Non ci saranno produttori creativi o artisti nei paraggi – la condizione che rende possibile la “creazione e lo sfruttamento della proprietà intellettuale”. I due teorici e critici analizzano i tortuosi percorsi tra creatività, innovazione e luogo.r
GEERT LOVINK – MATTEO PASQUINELLI

ore 17:00 Produzione di contenuti indipendenti sulla rete

Le attività di marketing che promuovevano i personal computer lasciavano sognare un ufficio “senza carta”, in cui a sostituire gli enormi mucchi di carta sarebbero stati imponenti archivi magnetici. Ma tutto ciò semplicemente non è accaduto. Al contempo, la produzione di video indipendenti oggi, assume un’ importanza fondamentale per due ordini di ragione:la testimonianza sulle realtà e i contesti oscurati dal main-stream a livello globale e il ribaltamento del flusso comunicativo monopolizzato dai poteri forti.
ALESSANDRO LUDOVICO – NICOLA ANGRISANO


ore 18:00 Web cinema e game art
Presentazione dei due libri che hanno affrontato differenti ambiti peculiari dei linguaggi del digitale:la contaminazione tra videogiochi e arte e quella tra web e cinema. “Webcinema, l’immagine cibernetica” (Costa&Nolan, 2006), è un volume dedicato all’immagine in movimento e alle sue contaminazioni con le tecnologie di Rete. “GameScenes. Art in the Age of Videogames” (John & Levi, 2006) è il primo volume illustrato interamente dedicato alla Game Art.

LUCA BARBENI – DOMENICO QUARANTA

VENERDI’ 26.01.2007
Accademia Albertina, Via Accademia 6 – Torino


ore 15:00 Festival: contenitori e contenuti
Alcuni dei più importanti festival che promuovono l’arte digitale in Italia e in Europa, presentano le specifiche attività e particolarità locali.
SIMONA LODI – GIORGIO MORTARI – DINO LUPELLI – SABINE DUTHOIT – CLAUDIO MALPEDEA
ore 16:30 L’immagine computazionale: arte generativa e comunita’ vj
Fabio Franchino presenta la sua visione dell’arte generativa, che come dichiara “è una pratica per la produzione creativa per mezzo di sistemi di regole. Tale arte non è, come potrebbe far pensare il termine, una corrente estetica o stilistica”. Successivamente il FLxER Creative Team presenta il progetto “FLxER” che comprende il software, la community e i progetti artistici collaterali del FLxER Creative Team.
FABIO FRANCHINO – GIANLUCA DEL GOBBO

ore 17:30
Dalle Arene di DOOM ai reami di WOWNella storia videoludica molti videogame on line sono stati rielaborati da artisti o comunità di videogiocatori. Il fenomeno, anche se corposo, rimaneva settoriale senza coinvolgere un immaginario popolare diffuso. I gruppi, un vero e proprio movimento, che hanno sviluppato mod per sparatutto in prima persona, come Half-Life e Quake, o gilde, come i “Golden Knights”, che fondarono la prima compagnia teatrale di attori virtuali, la Golden Brew, e all’interno di Ultima Online inscenarono Canto di Natale di Dickens, sono esempi famosi in un ambiente ristretto.

COSMIN BONVECCHIO – ALESSANDRA CONTIN – MARCO CADIOLI – FILIPPO FRANCESCHETTO – PIERO CHIARA – SIMONE TRIMARCHI

SABATO 27.01.2007
Accademia Albertina, Via Accademia 6 – Torino


ore 16:00 Netlabel?
Internet, Mp3, Napster, E-mule, Myspace, Itunes music store, Second life. A quasi dieci anni dall’introduzione del formato mp3 è possibile tentare un primo bilancio dell’impatto delle reti sulla distribuzione di contenuti – anche musicali. Un impatto certamente immenso per tutti i soggetti coinvolti in questi mercati: autori, editori e pubblico.
SERGIO MESSINA – ANDREA TADDEI – BRUNO RUFFILLI – UGO BASILE – GIUSEPPE PERCUOCO

ore 17:00
Presentazione del Globe Share 2007
Presentazione del progetto per il Trofeo Premio Share 2007: semplice, condivisibile, il digitale oggi si relaziona con le arti a creare un nuovo linguaggio espressivo che il trofeo “cristallizza” in un’icona sferica, suggestione di magia, sintesi essa stessa del rapporto in continua evoluzione tra reale e virtuale.Presentazione del progetto per il Trofeo Premio Share 2007: semplice, condivisibile, il digitale oggi si relaziona con le arti a creare un …
CLAUDIA DE GIORGI – FABRIZIO VALPREDA



ore 17:00 Premio Share 2007

Presentazione delle sei opere in mostra del Premio Share 2007. A seguire premiazione .

VICENTE MATALLANA – JOASIA KRYSA – ALEX ADRIAANSENS

ore 18:00 Se ti pingo col mio spime….
Come sarà il nostro futuro? Quali forme avranno gli oggetti di domani ? Quali delle tendenze economiche attuali prevarranno? A queste domande propone una risposta Bruce Sterling, scrittore di fantascienza con un libro visionario La Forma del Futuro, edito da Apogeo. Un saggio dedicato agli sviluppi del design postindustriale che sviluppa i concetti-chiave anticipati da Sterling nel libro precedente Tomorrow Now e che descrive le modalità contemporanee di dare forma e memoria alle cose, agli oggetti (titolo originale Shaping Things).
BRUCE STERLING – LUCA DE BIASE – CLAUDIO GERMAK – ANDREA BAIRATI – SIMONA LODI

DOMENICA 28.01.2007
Accademia Albertina, Via Accademia 6 – Torino

ore 17:00 Comunità virtuali e media virali
Dalle prime aggregazioni nate alla fine degli anni Settanta sulle reti telematiche fino a oggi, le comunità virtuali si sono diffuse e moltiplicate, ma hanno conosciuto al tempo stesso una serie di trasformazioni che ne hanno modificato la composizione, il funzionamento, e forse anche la natura. Nate attorno a interessi comuni (all’inizio anche territoriali) e con una forte componente progettuale, la loro novità consistette in un primo momento più nel superamento dei vincoli spaziali che nel modello tradizionale di “gruppo sociale”.
SIMONA LODI – BRUCE STERLING – ANTONIO CARONIA – FRANCESCO MONICO – PAOLO ATZORI – PAOLO PEDERCIN